Raccolte Differenziate

In questa sezione vedremo come smaltire le varie tipologie di rifiuti, da quelli riciclabili fino alle apparecchiature elettroniche.

PRENOTAZIONE ON LINE RIFIUTI INGOMBRANTI: Sei Toscana offre la possibilità di prenotare il ritiro di rifiuti ingombranti a domicilio direttamente dal loro sito internet, è sufficiente compilare il form presente a questa PAGINA e sarete ricontattati per concordare la data del ritiro.

E` comunque sempre possibile richiedere il ritiro degli ingombranti contattando il numero verde di SEI Toscana 800127484 (dal lunedì al giovedì dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 16:30 e il venerdì dalle 9:00 alle 12:30).

Il DIZIONARIO DEI RIFIUTI (link al sito della Soc. Sei Toscana) è uno strumento molto utile che consente di capire come gestire i rifiuti: inseririsci nella mascherina il tuo Comune ed il nome del rifiuto, al termine della ricerca il sito ti indicherà come differenziarlo/smaltirlo.

NOVITA`

Con Ordinanza dirigenziale dell`Area Politiche ed Economia del Territorio n. 75 del 13/11/2014 si informa  i cittadini che la raccolta differenziata è obbligatoria

logo pdf  Ordinanza - obbligatoria la raccolta differenziata

Sei - Servizi ecologici integrati Toscana: Gestore unico dei rifiuti nelle province di Grosseto, Siena ed Arezzo: sito web

logo pdf Brochure per una corretta raccolta differenziata redatto dalla Sei

MANUALE DEI RIFIUTI: il manuale è strumento utile che ti aiuta a differenziare correttamente i rifiuti in casa.

Scarica il documento:

 Manuale dei rifiuti

Raccolta differenziata dei rifiuti (carta, multimateriale, indifferenziato, e organico)

Altre tipologie di rifiuti (pile, farmaci, rifiuti ingombranti)

Raccolta apparecchiature elettriche ed elettroniche (R.A.E.E.)

Compostaggio

Raccolta differenziata dei rifiuti

Viene effettuata a tramite le isole ecologiche, che comprendono specifici cassonetti stradali per il conferimento di diverse tipologie di rifiuti.

Raccogliere separatamente i rifiuti è utile per ridurre il quantitativo di quelli destinati allo smaltimento e per recuperare nuove risorse. La raccolta differenziata deve essere svolta con cura e continuità, così da recuperare materie importanti, produrre energia termica o elettrica e ridurre i residui destinati alla discarica.

La raccolta differenziata nelle Isole Ecologiche

Le isole ecologichesono piccole aree attrezzate con contenitori di colore diverso nei quali conferire in maniera differenziata i rifiuti. Sul territorio sono stati posizionati, per la raccolta differenziata, i seguenti cassonetti e contenitori stradali:

cassonetto bianco per raccolta carta CASSONETTO BIANCO per CARTA E CARTONE: le tipologie di materiale cartaceo da conferire sono giornali, riviste, opuscoli, contenitori e scatole in cartone, sacchetti di carta, cartone e cartoncino. Non vanno inseriti piatti di carta, carta chimica, carta oleata e carta sporca di colla o altre sostanze. Il conferimento va effettuato ottimizzando il più possibile la volumetria a disposizione, riducendo di volume i cartoni e gli scatoloni ingombranti.

cassonetto blu per raccolta vetro, plastica e alluminioCASSONETTO BLU per MULTIMATERIALE (VETRO, PLASTICA, ALLUMINIO): le tipologie di materiale da conferire sono flaconi, bottiglie, barattoli in vetro, lattine in plastica, acciaio e alluminio. Non vanno inseriti contenitori di materiali pericolosi e con residuo di prodotto. Il conferimento va effettuato riducendo quanto più possibile il volume delle bottiglie, specie quelle in plastica, da inserire sfuse direttamente nell`apposito cassonetto. Non vanno inserite lampadine, vetro ceramico, porcellana, tappi e coperchi, vetro accoppiato, vetro retinato.

cassonetto grigio per rifiuti indifferenziatiCASSONETTO VERDE o GRIGIO per il rifiuto INDIFFERENZIATO: vanno inseriti tutti i rifiuti urbani non recuperabili. L`utente deve conferire il rifiuto, riducendone il più possibile il volume, in sacchetti chiusi che non ne consentano la fuoriuscita con conseguente imbrattamento del contenitore. Non devono essere conferiti rifiuti destinabili alle raccolte differenziate in particolare se ingombranti, potature e/o pericolosi.

BIDONCINO  MARRONE per il rifiuto organico: le tipologie di materiale da conferire sono avanzi di cucina cotti e crudi, frutta e verdura, carta bagnata o sporca di materia organica (scottex, fazzoletti di carta), piante recise e potature di piccola pezzatura. Il materiale può essere raccolto in un sacchetto oppure può essere inserito sfuso.

DAMIGIANE E ALTRI RIFIUTI VOLUMINOSI NON DEVONO ESSERE ABBANDONATI VICINO AI CASSONETTI MA VANNO CONSIDERATI COME RIFIUTI INGOMBRANTI.

Torna su

Come raccogliere in maniera differenziata altre tipologie di rifiuti

Pile usate:
possono essere conferite negli appositi contenitori posti davanti ai negozi o nelle Isole Ecologiche.

Farmaci scaduti: possono essere conferiti negli appositi contenitori posti davanti alle farmacie.

Torna su

Raccolta apparecchiature elettriche ed elettroniche (R.A.E.E.)

 R.A.E.E. - servizi offerti da COSECA

 modulo di iscrizione all`albo R.A.E.E.

Torna su

 

Compostaggio

La raccolta differenziata ed il vuoto a rendere per i contenitori consentono di riutilizzare le materie prime, di dare nuova vita ai beni di consumo (seppure spesso prodotti con materiali sempre più complicati e difficili da recuperare), di “chiudere il cerchio”. Questo per materiali come carta, vetro, metalli e plastica.
Tuttavia il 30% circa dei nostri rifiuti è composto da scarti alimentari e verdi ricchi di sostanze organiche provenienti dal suolo: è fondamentale restituire quegli elementi sottratti per la crescita delle piante se vogliamo mantenere la fertilità dei terreni agricoli.
Abbandonare i rifiuti organici in discarica non solo crea problemi ambientali (inquinamento delle falde, produzione di gas) ma impedisce la restituzione alla terra di ciò che le è stato sottratto. I fertilizzanti
chimici sono rimedi che non ricostituiscono la struttura del terreno impoverito, limitandosi a fornire alcuni elementi essenziali alla crescita delle piante, allo stesso tempo possono essere facilmente dilavati dalle piogge finendo per inquinare fiumi, laghi e mare. Chi ha la fortuna di avere una casa con giardino può già “chiudere il cerchio”, destinando gli scarti di cucina e gli sfalci del proprio giardino al “compostaggio domestico” che non fa altro che riprodurre in piccolo ciò che avviene naturalmente nel sottobosco con la trasformazione del fogliame in torba.
Con la guida, presente in allegato in questa pagina, realizzata in collaborazione con la Scuola Agraria del Parco di Monza vengono presentate le motivazioni, i vantaggi e le modalità per il recupero in casa di questa parte dei rifiuti per restituire alla terra le sostanze di cui ha bisogno per continuare a offrirci da vivere.

Torna su



Allegati:
come_compostare.pdf  Prontuario per il compostaggio domestico [962,68 Kb]
comunicato stampa del 20 dicembre 2006  co.htm  Come effettuare le raccolte [21,96 Kb]
regolamento raccolte rifiuti.pdf  Regolamento Raccolte rifiuti [365,17 Kb]


Primi piani
Elenco primi piani





Leader+

Mayors For Peace

Città dell'olio

Città del vino

Parco Minerario Naturalistico di Gavorrano

Teatro delle Rocce di Gavorrano

Parco Tecnologico e Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane