Ti trovi qui:Home»Argomenti»Tributi»Imposta di soggiorno»Dichiarazione cumulativa 2020 dell'imposta di soggiorno rinviata con termine 30/06/2022

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Venerdì, 11 Giugno 2021 13:03

Dichiarazione cumulativa 2020 dell'imposta di soggiorno rinviata con termine 30/06/2022

Precisazioni sugli obblighi per i gestori delle strutture ricettive che hanno versato l'imposta di soggiorno nell'anno 2020.

Nel Regolamento per l'applicazione dell'imposta di soggiorno, aggiornato nel settembre 2020, è stato inserito un nuovo obbligo dichiarativo per i gestori delle strutture, recepito per norma superiore:

si tratta dell'art. 6 comma 6 che stabilisce che "Entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui si è verificato il presupposto impositivo, deve essere presentata  un'ulteriore dichiarazione cumulativa, esclusivamente in via telematica, secondo le modalità approvate con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, come stabilito dall'art 180 del D.L. 34 del 19/05/2020."

Il D.L. n. 41/2021 (in vigore dal 22/05/2021) ha rinviato al 30/06/2022 la scadenza di questa nuova dichiarazione cumulativa relativa al 2020. Con l'art 25 ha apportato una  modifica all'articolo  4  comma 1-ter del  D.Lgs. n. 23/2011  che si riporta di seguito:

"Il gestore della struttura ricettiva è responsabile del pagamento dell'imposta di soggiorno con diritto di rivalsa sui soggetti passivi, della presentazione della dichiarazione, nonchè degli ulteriori adempimenti previsti dalla legge e dal regolamento comunale. La dichiarazione deve essere presentata cumulativamente ed esclusivamente in via telematica entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui si è verificato il presupposto impositivo, secondo le modalità approvate con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, sentita la Conferenza Stato-città ed autonomie locali, da emanare entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione. La dichiarazione di cui al periodo precedente, relativa all'anno d'imposta 2020, deve essere presentata unitamente alla dichiarazione relativa all'anno d'imposta 2021."

Si riassumono di seguito gli obblighi per i gestori delle strutture ricettive che hanno versato l'imposta di soggiorno nell'anno 2020:

- Dichiarazione per il secondo trimestre luglio-ottobre 2020 e relativo versamento con scadenza al 16 novembre 2020 (per il primo quadrimestre l'imposta di soggiorno era sospesa);
- Modello 21 con scadenza al 30 gennaio 2020;
- Dichiarazione cumulativa entro 30/06/2022 secondo modalità che comunicheremo in dettaglio.